pesto@wired
I work at Wired, I see stuff
Home / TWITTER / Instagram / YouTube / anobii / What's App - A Wired blog / Gadgetland / Vizualize.me / archive
 Nokia, più Asha che Lumia9,3 milioni contro 4,4: grande successo per i mobile phone della casa finlandese. Ne abbiamo parlato con Paola Cavallero, AD italiano dell’azienda

Nokia, più Asha che Lumia
9,3 milioni contro 4,4: grande successo per i mobile phone della casa finlandese. Ne abbiamo parlato con Paola Cavallero, AD italiano dell’azienda

Source : gadget.wired.it
 Nokia abbandona SymbianIl sistema operativo che ha fatto la storia della casa finlandese va in pensione

Nokia abbandona Symbian
Il sistema operativo che ha fatto la storia della casa finlandese va in pensione

Source : gadget.wired.it
Nokia Italia e come raggiungere un milione di fan su Facebook [video]L’impennata con il lancio del nuovo Lumia con Windows Phone, che ha convinto anche i più affezionati al vecchio sistema operativo

Nokia Italia e come raggiungere un milione di fan su Facebook [video]
L’impennata con il lancio del nuovo Lumia con Windows Phone, che ha convinto anche i più affezionati al vecchio sistema operativo

Source : gadget.wired.it
Mikko Hyppönen, F-Secure: “Android, un disastro per la sicurezza”Il bersaglio preferito resta Symbian, ma aumentano i malware progettati per colpire la piattaforma di Google e gli iPhone jailbreak. La più sicura? BlackBerry

Mikko Hyppönen, F-Secure: “Android, un disastro per la sicurezza”
Il bersaglio preferito resta Symbian, ma aumentano i malware progettati per colpire la piattaforma di Google e gli iPhone jailbreak. La più sicura? BlackBerry

Source : gadget.wired.it
Zlango, ditelo con le icone
C’è una bella differenza tra leggere un’espressione di gioia e vederne una, anche solo disegnata. Con questa filosofia è nato Zlango, il primo servizio di messaggistica per telefonia mobile che usa le icone, proprio come siamo abituati a fare in chat e messenger.
A due anni dalla prima apparizione al Mobile World Congress, la start up israeliana è tornata a Barcellona per annunciare il lancio di diverse versioni native: l’applicazione parla ora diverse lingue, italiano compreso. Basta cercare nei principali App Store o cliccare sul sito per scaricarla gratuitamente. “Per l’Italia sono già pronti tre set di icone: classico, urban e stylish”, rivela Roy Timor Rousso, VP marketing di Zlango. “L’idea è quella di assecondare le stesse dinamiche che creano linguaggi diversi in gruppi diversi. Così, tra ragazze, è possibile che sia tutto rosa e fumettoso, mentre noi ragazzacci duri che amiamo fare snowboard, magari, usiamo un linguaggio un po’ più yeah: più graffiti che icone”.
[…]

Zlango, ditelo con le icone

C’è una bella differenza tra leggere un’espressione di gioia e vederne una, anche solo disegnata. Con questa filosofia è nato Zlango, il primo servizio di messaggistica per telefonia mobile che usa le icone, proprio come siamo abituati a fare in chat e messenger.

A due anni dalla prima apparizione al Mobile World Congress, la start up israeliana è tornata a Barcellona per annunciare il lancio di diverse versioni native: l’applicazione parla ora diverse lingue, italiano compreso. Basta cercare nei principali App Store o cliccare sul sito per scaricarla gratuitamente. “Per l’Italia sono già pronti tre set di icone: classico, urban e stylish”, rivela Roy Timor Rousso, VP marketing di Zlango. “L’idea è quella di assecondare le stesse dinamiche che creano linguaggi diversi in gruppi diversi. Così, tra ragazze, è possibile che sia tutto rosa e fumettoso, mentre noi ragazzacci duri che amiamo fare snowboard, magari, usiamo un linguaggio un po’ più yeah: più graffiti che icone”.

[…]

Waze, il navigatore social con le mappe driver-generated
In mezzo a tutta quella concorrenza esposta al Mobile World Congress, un navigatore in particolare si è distinto per originalità, funzioni e innovazione: Waze, il primo software di navigazione GPS basato su mappe driver generated. Start up israeliana creata un paio d’anni fa, solo negli ultimi tempi è balzata sotto ai riflettori grazie all’ingresso di questo prodotto nella Top25 delle applicazioni free più scaricate su iPhone. In poco tempo, Waze ha raccolto 500.000 utenti in tutto il mondo, con Israele in cima alla classifica, seguito dagli Stati Uniti e dall’Italia, che può contare su ben 30.000 iscritti alla community. Non solo Apple: Waze gira anche su Android, Windows Mobile e Symbian.
Ma cosa fa questo Waze di così particolare? Non è tanto quello che fa, a renderlo speciale, ma quello che fa fare. Navigando con Waze aperto sul proprio smartphone, si hanno diverse opzioni, tutte accessibili con un solo clic sul display: segnalare un appostamento della polizia, un autovelox o un tamponamento; uppare una foto, magari per dimostrare agli increduli che – si, davvero – s’è aperta una voragine in mezzo alla tangenziale; e se la velocità scende sotto una soglia accettabile, un pop-up salta su e chiede Hai incontrato traffico?, in modo da poter lanciare la segnalazione a tutti gli altri navigatori connessi nei paraggi.
[…]

Waze, il navigatore social con le mappe driver-generated

In mezzo a tutta quella concorrenza esposta al Mobile World Congress, un navigatore in particolare si è distinto per originalità, funzioni e innovazione: Waze, il primo software di navigazione GPS basato su mappe driver generated. Start up israeliana creata un paio d’anni fa, solo negli ultimi tempi è balzata sotto ai riflettori grazie all’ingresso di questo prodotto nella Top25 delle applicazioni free più scaricate su iPhone. In poco tempo, Waze ha raccolto 500.000 utenti in tutto il mondo, con Israele in cima alla classifica, seguito dagli Stati Uniti e dall’Italia, che può contare su ben 30.000 iscritti alla community. Non solo Apple: Waze gira anche su Android, Windows Mobile e Symbian.

Ma cosa fa questo Waze di così particolare? Non è tanto quello che fa, a renderlo speciale, ma quello che fa fare. Navigando con Waze aperto sul proprio smartphone, si hanno diverse opzioni, tutte accessibili con un solo clic sul display: segnalare un appostamento della polizia, un autovelox o un tamponamento; uppare una foto, magari per dimostrare agli increduli che – si, davvero – s’è aperta una voragine in mezzo alla tangenziale; e se la velocità scende sotto una soglia accettabile, un pop-up salta su e chiede Hai incontrato traffico?, in modo da poter lanciare la segnalazione a tutti gli altri navigatori connessi nei paraggi.

[…]

Symbian diventa open source
Il sistema operativo più diffuso al mondo ha pubblicato i codici: ora chiunque potrà sviluppare la propria applicazione su questa piattaforma.
Pubblicati oggi i codici della piattaforma per smartphone più diffusa: Symbian diventa così a tutti gli effetti open source, completando quel percorso che aveva intrapreso un paio d’anni fa, quando i codici erano stati messi a disposizione dei membri dell’organizzazione. Tutti, i membri: un primo tentativo di apertura che, evidentemente, ha dato chiari segnali che la strada tracciata fosse quella giusta.
“Si tratta della più grande migrazione verso il modello open source mai realizzata”, ha dichiarato alla BBC Lee Williams, Executive Director della Symbian Foundation. “I codici messi a disposizione hanno un valore potenziale di miliardi di dollari: da oggi ogni organizzazione o individuo può usarli e modificarli per qualsiasi progetto”.
[…]

Symbian diventa open source

Il sistema operativo più diffuso al mondo ha pubblicato i codici: ora chiunque potrà sviluppare la propria applicazione su questa piattaforma.

Pubblicati oggi i codici della piattaforma per smartphone più diffusa: Symbian diventa così a tutti gli effetti open source, completando quel percorso che aveva intrapreso un paio d’anni fa, quando i codici erano stati messi a disposizione dei membri dell’organizzazione. Tutti, i membri: un primo tentativo di apertura che, evidentemente, ha dato chiari segnali che la strada tracciata fosse quella giusta.

Si tratta della più grande migrazione verso il modello open source mai realizzata”, ha dichiarato alla BBC Lee Williams, Executive Director della Symbian Foundation. “I codici messi a disposizione hanno un valore potenziale di miliardi di dollari: da oggi ogni organizzazione o individuo può usarli e modificarli per qualsiasi progetto”.

[…]